Telegram o Whatsapp? Differenze delle due app

0
231

Puoi seguire WhatsTech anche su Google News, selezionandolo tra i preferiti cliccando sulla stellina ✩ o leggendo gli articoli dal canale Telegram o ascoltando i podcast sul canale YouTube.

Quale delle due app è migliore? quella di Facebook o l’altra? Una è certamente più diffusa, ma l’altra ha molte più funzioni. Conosciamo tutte le differenze.

In principio era Whatsapp. Non è solo una citazione, ma anche la verità. Whatsapp ha il merito di essere stata la prima app nel suo genere e, dopo di questa, tantissime app simili, ma mai allo stesso livello. Finché dalla fredda Russia non è uscita Telegram. E tutto è cambiato ancora. E’ difficile, se non insensato, decretare quale delle due sia la migliore app di messaggistica, anche perché dipende dall’utilizzo che un utente ne fa, però in questa guida mettiamo a confronto le due app per capire tutte le differenze.

Telegram o Whatsapp?

Whatsapp nasce ufficialmente nel 2009 in USA, un’era fa tecnologicamente e il suo successo è sotto gli occhi di tutti. Basti pensare che è riuscita a mandare in pensione, per la maggior parte delle persone, gli SMS a pagamento. Invece, Telegram è nata nel 2013 in Russia.

Certo, il tempo ha giocato a favore della prima, basti pensare che Whatsapp ha 1,5 miliardi di utenti attivi, contro i 200 milioni di Telegram. Sempre restando sui numeri, per quanto riguarda i messaggi scambiati ogni giorno, Whatsapp ne gira 65 miliardi, contro i 15 miliardi dell’app russa Telegram. Terminando con la statistica, pensa che nel 2018 Whatsapp era utilizzato dal 95% degli utenti delle app di messaggistica, mentre Telegram si accontenta di un misero 20%. Tutto questo per dire che la strada tra le due app è davvero ancora lunga e diversa. Tuttavia, bisogna sottolineare come Telegram sia riuscito a guadagnare terreno ogni volta che Whatsapp è andato in crash, diventando la migliore sua alternativa.

Questione privacy

Entrambe queste app utilizzano la crittografia end to end che permette di proteggere le chat di ogni utente da eventuali hacker o intrusi. Però, Telegram fa di più perchè permette di avere chat segrete per le quali non viene nemmeno eseguito il backup.

Fino a qualche settimana fa, Whatsapp non era particolarmente protetto, nel senso che non c’erano password a protezione quando, invece, Telegram aveva già l’autenticazione a due fattori. Adesso, entrambe possono essere protette da password. In sostanza, adesso possiamo dire che la sfida Whatsapp vs Telegram in quanto a privacy e sicurezza è 1:1.

Funzioni dove Whatsapp è migliore

Fino a qui vedi come le due app siano abbastanza simili dal punto di vista della sicurezza, anche se Whatsapp è più diffuso . Però sappiamo che ti viene spontanea una domanda: quali sono le principali caratteristiche di una e dell’altra? Giusta domanda. Iniziamo da Whatsapp e diciamo subito che è migliore di Telegram in queste cose elencate di seguito:

  • Le videochiamate. Tutti sanno come sia semplice telefonare e videochiamare i propri contatti con l’app di Facebook. Inoltre, da più di un anno si possono anche fare le videochiamate di gruppo. Infine, se fino a un anno e mezzo fa fare telefonate o videochiamate con Whatsapp era un’impresa per via del segnale ballerino, bisogna ammettere quanto si sia normalizzata la situazione;
  • Le storie e lo status. Da tempo immemorabile è possibile scrivere sul proprio profilo brevi messaggi di testo che saranno lo stato dell’utente. Funzione utile per molti, perchè indica un pensiero o uno stato d’animo. Inoltre, è possibile caricare storie in stile Snapchat o Instagram che restano attive per 24 ore;
  • Il testo formattato. Chiunque può formattare quello che scrive per dare maggior risalto alla frase. In sostanza, si può scrivere in grassetto, corsivo, barrato eccetera, a scelta.

Funzioni dove Telegram è migliore

Qui si apre un mondo, perchè l’app russa ha tre funzioni che Whatsapp non ha ancora implementato, rendendo più libera Telegram e un pò rigida Whastapp. Giusto per farti capire, a nostro avviso Telegram è una spanna sopra per:

  • Chat segrete. Questa funzione è il motivo principale che ha fatto conoscere questa app. La chat segreta è una funzione che permette di chattare con i propri contatti, impostando l’auto-distruzione dei messaggi dopo un certo tempo. Ma non solo. Se il contatto con cui si sta chattando in segreto esegue uno screenshot della chat ci arriva subito una notifica e Telegram gli impedisce di inoltrare ad altri il messaggio. A tutto vantaggio della privacy di ogni utente.
  • Nickname. Ogni utente deve impostare un suo nickname per poter contattare altre persone su Telegram, a differenza di Whatsapp dove, per contattare qualcuno bisogna avere il suo numero di telefono. Capisci la netta differenza, con Telegram nessuno sa il tuo numero di telefono, ma solo il tuo nickname.
  • File condivisi. Qui la lotta non ha paragoni. Telegram permette di condividere qualunque tipo di file e fino a 1,5 GB di dimensione. Invece, Whatsapp permette di inviare/ricevere file solo fino a 100 MB, mentre il limite scende a 16 MB per i video. Non c’è davvero paragone.
  • Utilizzo senza limiti di libertà. Poiché ha la sincronizzazione esclusivamente sul cloud, è possibile avviare una chat sul telefono e un’altra contemporaneamente su un PC. Invece, Whastapp permette di avviare una chat sulla versione web solo dopo aver collegato il telefono e consente solo la chat su uno o sull’altro, non insieme.
  • Account illimitati. Whatsapp permette solamente un account per persona, a meno di non avviare un profilo business. Invece, Telegram permette ad ogni utente di avere anche cento account diversi sullo stesso telefono, tanto non sono legati al numero, come detto sopra, bensì ai nickname.
  • Canali e supergruppi. Su Whatsapp un utente può avere gruppi con un certo limite di iscritti. Invece, Telegram permette di avere gruppi fino a 5.000 utenti iscritti. Inoltre, si possono aprire canali pubblici e privati. I primi sono rintracciabili attraverso la ricerca, quelli privati permettono l’accesso solamente da un link di invito.
  • Modifica dei messaggi. Quante volte, inviando un messaggio su Whatsapp, ti sei accorto di aver scritto una parola sbagliata, senza poterla correggere. Ecco che Telegram permette di correggere i messaggi che hai inviato. Basta cliccare sul messaggio inviato e premere Modifica per correggere.
  • I bot. Se stai pensando ai bot per un investimento, non sono la stessa cosa. i bot di Telegram sono degli account meccanici che sono programmati per eseguire un’azione. Ad esempio, se cerchi nella barra il bot Transcriber Bot e lo attivi, scopri che serve per trascrivere i messaggi vocali che si ricevono, permettendo di leggerli senza doverli ascoltare.
  • Canali ufficiali. I canali di Telegram sono delle community che raccolgono utenti accomunati da un tema specifico. Ad esempio, il canale @offertebywt propone ogni giorno coupon Amazon, coupon Gearbest e offerte eBay sui prodotti di elettronica. Oppure, c’è anche il nostro canale @whatstechblog che notifica ogni volta un nuovo articolo. Ma ce ne sono tantissimi.
  • Canali illegali. Nota dolente di questa app, tanto che è stata accusata più volte di non contrastare a sufficienza le chat pirata o i canali che permettono di avere link pirata per guardare video o film in streaming senza abbonamento.

Telegram o Whatsapp? Differenze delle due app

Speriamo che questa guida ti sia stata utile per capire le principali differenze tra le due app maggiori di messaggistica. Di seguito ti indichiamo tutti i link per scaricarle.

Whatsapp per Android;

Scarica Whatsapp per iOS;

Whatsapp web;

Telegram per Android;

Scarica Telegram per iOS;

Telegram web;

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui