Samsung Galaxy Watch5 Pro: l’alternativa ad Apple Watch Ultra

Samsung Galaxy Watch5 Pro: l’alternativa ad Apple Watch Ultra

Se prendiamo Apple Watch come termine di paragone, a meno che tu non preferisca smartwatch più estremi o marcatamente sportivi, questo modello di Samsung è il diretto rivale del modello Ultra. Vediamo perchè.

Certo, Samsung Galaxy Watch5 Pro non è uscito oggi, parliamo di un modello del 2022 che, però, resta il vero termine di paragone rispetto ad Apple Watch Ultra. Perchè, ti starai domandando? In fondo Samsung ha fatto uscire anche il Samsung Watch 6. Sì, però la serie Samsung Watch 6 ha modificato i sensori che qui, invece, restano più affidabili nelle misurazioni. Inoltre, la variante Samsung Watch 5 Pro è più estrema rispetto al semplice Watch 5 e la stessa batteria ha una durata maggiore. Lo stesso che capita con il modello Apple Watch Ultra rispetto alla serie Apple Watch.

Samsung Watch 5 Pro è uno smartwatch di qualità, bello da vedere e con funzioni adatte sia all’utente medio che allo sportivo più estremo. che mette in campo tutte le funzionalità che qualsiasi utente desidererebbe in un orologio smart anche utilizzandolo per sport decisamente più estremi. Dal materiale più resistente come lo zaffiro ma anche per la compatibilità con il formato GPX adatto proprio agli escursionisti e i ciclisti e la batteria più grande e più veloce nel ricaricarsi.

Il processore è il chipset Exynos W920 che abbiamo già trovato sulla serie Watch 4, grazie al sistema operativo One UI Watch 4.5 che si innesta perfettamente sul Wear OS 3.5 rende tutto fluido, senza intoppi né rallentamenti. 

Leggi la recensione del Pixel Watch 2.

Samsung Galaxy Watch 5 Pro: recensione completa

UNBOXING

Nella scatola delSamsung Galaxy Watch5 Prooltre all’orologio e ad un piccolo caricatore magnetico non troviamo altro. Manca purtroppo l’alimentatore, perchè Samsung ha seguito la filosofia di Apple di non inserire più nelle confezioni gli alimentatori, presupponendo che un utente ce l’abbia già a casa, da precedenti modelli. Sarebbe stato bello trovare un cinturino di scorta, ad esempio.

DESIGN e DISPLAY

Se guardiamo l’estetica, l’orologio si distacca dalla versione Classicperchè sparisce la ghiera, e questo lo fa diventare più identificabile ma anche più massiccio. Samsung Galaxy Watch5 Pro è disponibile in una sola versione da 45mm che può essere la giusta via di mezzo per chi vuole una misura media, non troppo grande né troppo piccola.

La cassa ha un corpo in titanio. Inoltre un vetro in cristallo di zaffiro rende la sensazione di un prodotto di una certa qualità e permette di salvarlo da graffi sullo schermo.

I pulsanti di navigazione sono in metallo spazzolato e questo per uniformarli alla cassa ma, specialmente, per renderli comodi all’utilizzo anche in situazioni sportive scomode.

Inoltre, Samsung Galaxy Watch5 Pro è ha la certificazione per la resistenza fino a 50 metri in acqua, quindi non teme né una doccia né una nuotata in piscina o una corsa sotto la pioggia.

I due pulsanti sono facili da trovare. Il pulsante in alto permette di tornare alla Home, mentre se si preme con una pressione prolungata si richiama l’assistente vocale Bixby o il menu di accensione o spegnimento. Invece, se si fa una singola pressione sul secondo pulsante si arriva all’ultima applicazione, mentre con una pressione prolungata si attiva Samsung Pay per i pagamenti digitali.

Non c’è la ghiera fisica bensì una ghiera girevole virtuale. Per attivarla basta appoggiare le dita sul display nella parte esterna per vederla comparire. Certamente una ghiera fisica sarebbe più comoda, tuttavia è agevole scorrere tra i menù anche con questa virtuale.

HARDWARE

Samsung Galaxy Watch5 Pro monta un pannello Super AMOLED circolare da 1,4 pollici con una risoluzione di 450 x 450 px con 330PPI. Lo protegge il vetro zaffiro, sopratutto in termini di graffi accidentali. Il display mantiene sempre colori vivaci, ha anche la funzionalità Always-On che permette di osservare sempre in ogni momento qualsiasi informazione. Lo schermo si mantiene luminoso e leggibile in ogni situazione.

Il Samsung Galaxy Watch5 Pro monta il processore Exynos W920 che è stato progettato per i dispositivi indossabili a 5 nm e si è rilevato il cambiamento maggiore rispetto ai modelli precedenti. Infatti, offre un aumento del 20% delle prestazioni della CPU e prestazioni della GPU fino a 10 volte migliori.

Troviamo ancora il sensore BioActive, già visto sulla serie Galaxy Watch4. Nella parte inferiore dell’orologio ci sono alcuni elettrodi e i pulsanti che lasciano passare una corrente molto debole attraverso la pelle per misurare la quantità di acqua attraverso l’impedenza. Bastano 15 secondi per consentire di misurare 2.400 volte la corrente elettrica. Attraverso i dati riesce a misurare la ripartizione della composizione corporea, tra grasso, muscoli scheletrici, acqua e metabolismo basale. Tutto questo permette di stabilire la propria IMC (indice di massa corporea). La stessa Samsung afferma che la misurazione dell’IMC è accurata al 98%. Il sensore serve anche per effettuare l’elettrocardiogramma (ECG) e la pressione sanguigna.

Quanto alla connettività, supporta il Bluetooth 5.2, GPS, NFC (per Samsung Pay) e Wi-Fi 802.11 b / g / n.

SISTEMA OPERATIVO

Come sul Samsung Watch4 anche qui troviamo il sistema operativo WearOS di Google. Questo cambiamento ha permesso di integrare completamente le applicazioni di Google, dando all’utente molte più possibilità. Samsung è riuscita ad integrare benissimo WearOS con la One Ui che troviamo sugli smartphone, garantendo comunicabilità ottima tra smartphone e orologio. Si può rispondere ai messaggi con un’emoji, la scrittura a mano, un memo vocale o dettando a voce a Bixby.

Leggi anche la recensione di Apple Watch Ultra.

App Samsung Health e monitoraggio 

Con materiali più resistenti, batteria maggiorata e funzioni tipiche degli escursionisti, il Samsung Watch 5 Pro è un orologio ottimo per chi fa sport. Non manca l’app Samsung Health, indispensabile per tracciare percorsi, misurare i livelli di stress e del VO2 Max durante gli allenamenti, misurare la fasi del sonno.

Il monitoraggio della frequenza cardiaca risulta migliore di altri orologi, anche della stessa azienda. L’elenco delle attività di allenamento è davvero completo ed è quasi impossibile non trovare lo sport che ci interessa in questo elenco. questo permette di trovare praticamente sempre il tipo di attività da monitorare. Lo smartwatch può anche tenere traccia delle ripetizioni, delle serie e capisce quando l’utente è in pausa durante un allenamento.

Per il monitoraggio dell’IMC (indice di massa corporea), questo dato può essere preso come misurazione iniziale, ricordando che non si tratta di un dispositivo medico. Risulta molto buono il monitoraggio del battito cardiaco e anche il monitoraggio del sonno. Ho trovato particolarmente utile la funzione Track Back, che permette di invertire il percorso e tornare al punto di partenza, in caso di necessità.

CONCLUSIONI

Il Samsung Galaxy Watch5 Pro resta ancora un modello valido da acquistare, nonostante modelli più recenti. Samsung Galaxy Watch5 Pro esegue misurazioni più accurate, invece la serie Galaxy Watch6 ha modificato i sensori che, ogni tanto, possono dare misurazioni cardiache sballate. Inoltre, WearOS fa girare tutto con fluidità, il design è elegante e buona la scelta dei materiali, la batteria maggiorata consente di superare i due giorni consecutivi senza rinunciare ad allenamenti, notifiche e altro.

Samsung Galaxy Watch5 Pro resta un ottimo smartwatch per l’utente Android che si spinge a sessioni di allenamenti agonistici, come a quello a cui interessa monitorare la salute e la forma fisica.

Samsung Galaxy Watch5 Pro: resta l’alternativa ad Apple Watch Ultra | Recensione

Samsung Galaxy Watch5 Pro: resta l’alternativa ad Apple Watch Ultra | Recensione

Articolo precedenteApp e giochi gratis o in offerta oggi sul Play Store
Articolo successivoInterminabili offerte sul Play Store per Android
Mapu ha fondato questo blog nel 2019 e continua a scriverci di tanto in tanto. Di poche parole, perchè ricorda che ‘’scripta manent verba volant’’, ha iniziato ad occuparsi di tecnologia nel 2015 collaborando prima con il blog MobileToday e poi con Scontista.com. Negli anni precedenti aveva pubblicato cinque libri, tra raccolte di racconti, saggi e romanzi. Finora ha scritto migliaia di articoli, centinaia di tutorial e dozzine di recensioni. I libri che ha pubblicato sono disponibili in versione digitale su Amazon, Google Play Libri e Apple Books, mentre in edizione cartacea sono tutti editi da Prospettiva Editrice e in vendita sia su Amazon che sul sito dell'editore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui