Recensione OPPO Reno 2: arriva l’eleganza

Se eri rimasto alla prima generazione di OPPO Reno, forse questo secondo modello riuscirà a stupirti

Tra i vari produttori di smartphone Android, probabilmente, OPPO non è tra le più conosciute. Tuttavia, i suoi smartphone sono sempre molto curati e hanno qualcosa di particolare rispetto alla concorrenza. Ad inizio 2019 era stata presentata la prima generazione di OPPO Reno, seguita circa sei mesi dopo da questo secondo modello. Scopri tutte le novità della seconda variante nella nostra recensione di OPPO Reno 2.

Recensione OPPO Reno 2

Confezione

La confezione di OPPO Reno 2 non stupisce per il contenuto. Infatti, contiene un alimentatore da 20W (5V/4A), due cuffie stereo con connettore jack audio e una cover in pelle. Diciamo nella media, nulla in più.

VOTO=7

Recensione OPPO Reno 2: arriva l'eleganza

Costruzione ed ergonomia

Se uno dei punti di forza di OPPO Reno era sicuramente il suo design, non si cambia la strada con la seconda versione. Infatti,  il design rimane immutato, con lo spessore marcato di 9,5 millimetri che racchiude anche le fotocamere, integrate sotto il vetro della scocca posteriore. Possiamo tranquillamente dire che nessun altro produttore ha pensato ad una soluzione simile. OPPO Reno 2 misura 160 x 74,3 x 9,5 mm.

Inoltre, troviamo un piccolo elemento sporgente in ceramica che ha lo scopo di mantenere sollevato il telefono quando viene appoggiato su una superficie. Resta l’icona fotocamera frontale con apertura a pinna, purtroppo è la responsabile del fatto che il telefono non sia certificato contro acqua e polvere. Infine, c’è da notare il penso non indifferente di 189 grammi, anche se in mano non si ha la sensazione della classica mattonella. Quindi, l’ergonomia è più che buona, perché si riesce a tenere in mano senza problemi.

VOTO=8

Hardware

Come parte hardware, il Reno 2 presenta qualche leggero aggiornamento rispetto al modello precedente. Infatti, ha un processore Snapdragon 730G octa core da 2,2 GHz con GPU Adreno 618, addirittura 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna. E’ vero che avevamo 256 GB anche sul Reno 1, però adesso è UFS 2.1 ed è diventata espandibile.Per espandere la memoria bisogna, però, rinunciare alla seconda SIM.

La connettività prevede LTE fino a 600 Mbps, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, NFC,  radio FM,  jack audio da 3,5 millimetri e il lettore di impronte digitali sotto al display. C’è, comunque, la possibilità di sbloccare il telefono con il volto, ma non è velocissimo.

VOTO=8,5

Fotocamera

OPPO Reno 2 ha addirittura 4 fotocamere. Una 48 megapixel ƒ/1.7 stabilizzata otticamente che riesce a scattare fotografie da 12 megapixel, una 13 megapixel ƒ/2.4 zoom 2x (che riesce a scattare fotografie in modalità ibrida fino a 5x), una 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e una 2 megapixel ƒ/2.4 in bianco e nero che migliora la qualità delle immagini. Il risultato è quello di riuscire a scattare ottime fotografie in quasi ogni situazione.

Anche ottimo è il bilanciamento dei colori, però ci ha un pò deluso il HDR che di fronte a delle luci molto forti non dà grandi risultati. Però, le fotografie scattate in ambienti poco illuminati e in notturna restituiscono buone fotografie. Lo zoom è ottico fino al 2x. La fotocamera pop-up da 16 megapixel è sufficiente, ma non ci ha stupiti. Inoltre, la modalità ritratto software è sicuramente migliorabile, perchè è in difficoltà con le luci alte, come l’HDR è calibrato male quando deve gestire il cielo e uno sfondo.

Invece i video sono di discreta qualità, ma senza svettare, sia chiaro. La fotocamera principale registra video in 4K stabilizzati solo otticamente. Si alza la qualità con le modalità FullHD e con la ultra stabilizzazione, anche se le immagini restano comunque un pò mosse.

VOTO=8

Display

Reno 2 ha un display maggiore del modello precedente, perchè ora è di 6,5″ pollici. anche in questo caso è un AMOLED con risoluzione FullHD+ (2400 x 1080 pixel). Comunque, si tratta di un display di qualità, senza dubbio. Buona la taratura dei colori, come anche la luminosità. E’ uno schermo ampio, senza interruzioni e senza notch. Infatti, su ogni lato va molto vicino. Ha la funzione always-on display, però è limitata alle notifiche di SMS e chiamate perse.

VOTO=9

Recensione OPPO Reno 2: arriva l'eleganza

Software

Come molti altri produttori, anche OPPO personalizza Android. Infatti, Reno 2 presenta la versione 6.1 della ColorOS, che è basata su Android 9.0 Pie. Ecco, la personalizzazione non ci è piaciuta molto, perchè alcune scelte ci sono sembrate abbastanza discutibili, anche se questa versione ha vari miglioramenti rispetto alla ColorOS 5.

Tra le funzioni da menzionare c’è sicuramente il fatto che, premendo il tasto di accensione si attiva Google Assistant. Oppure, la funzione che permette di clonare le applicazioni. O lo spazio bambini, la barra laterale con le scorciatoie per le app, solo per citarne alcune. ColorOS non è male, ma qualche miglioramento ci sta ancora.

C’è da menzionare, infine, la modalità pensata apposta per i videogiochi, chiamata Area Gaming che consente di personalizzare alcuni parametri e nasconde le notifiche mentre si sta giocando.

VOTO=7

Autonomia

Rispetto al modello precedente, migliora la batteria che ora è di 4000 mAh. Consente di terminare sempre la giornata, anche con un utilizzo deciso. Possibile che si arrivi a un giorno e mezzo di autonomia con un utilizzo meno spinto, ma è comunque soggettivo. Se è presente la ricarica rapida VOOC da 20W con cui si arriva a metà ricarica in mezz’ora, spicca però anche l’assenza della ricarica wireless.

VOTO=8

Prezzo

Viene commercializzato al prezzo di 499€, però su Amazon si trova a prezzi minori. Link a fine articolo. Se, invece, vuoi altre informazioni basta andare al sito ufficiale.

VOTO=7

OPPO Reno 2: valutazione finale

Considerando che è uscito appena sei mesi dopo il primo modello, non è male come smartphone. Tanto più che migliora la batteria, il display e che la memoria è espandibile.

Pro

  • Ottima qualità costruttiva
  • Memoria espandibile
  • Fotocamere complete
  • Hardware completo

Contro

 

Appassionato di tecnologia da sempre, collaboro da gennaio 2020 con WhatsTech. Mi occupo di notizie, approfondimenti e guide dedicate al mondo Android e della tecnologia in generale. Mi piace la musica, amo anche il cinema e le serie TV.

Lascia un commento

error: Content is protected !!
Leggi articolo precedente:
Nokia Steel HR: smartwatch da 1 mese di autonomia
Nokia Steel HR: smartwatch da 1 mese di autonomia

Chiudi