Recensione DJI Mavic Mini, il drone leggero e veloce

Abbiamo testato il nuovo drone DJI Mavic Mini, talmente leggero da riuscire a non farsi vedere dai radar

Non è sempre vero che un prodotto cinese sia di scarsa qualità. Anzi, abbiamo provato e acquistato smartphone di aziende cinesi molto validi e adesso abbiamo provato anche il drone DJI Mavic Mini. L’azienda cinese DJI non è completamente sconosciuta, pensa che recentemente ha messo sul mercato la Action Camera DJI Osmo Action che sta togliendo quote di mercato proprio alla GoPro. Inoltre, nel mercato dei droni da divertimento e per uso professionale, DJI si è già fatta conoscere da un pò e anche questo nuovo modello creerà sicuramente qualche pensiero alla concorrenza.

Caratteristiche del DJI Mavic Mini

Quali sono i punti di forza del nuovo modello DJI Mavic Mini? Sicuramente la leggerezza e il prezzo basso. Inoltre, per merito del design e dei bracci pieghevoli dei rotori, resta un ottimo acquisto. Da ammirare anche il fatto che al decollo abbia un peso di appena 249 grammi, perciò inferiore al limite di legge dei 250 grammi per il quale è obbligatoria la registrazione per l’identificazione. Certo, qualche compromesso deve pur averlo. Infatti, proprio per contenere il peso sono stati esclusi i sensori anti-collisione, quindi manca anche la funzione di tracciamento. Ne consegue che chi lo pilota dovrà avere la massima attenzione nel controllo della direzione di questo drone.

Degne di merito anche le funzioni Quickshot che permettono, anche al pilota più inesperto, di eseguire bellissime riprese. C’è la funzione Dronie che permette di fare i selfie dall’alto, la funzione Rocket con cui il drone vola in verticale verso l’alto, la funzione Volteggio con cui il drone ruota attorno ad un oggetto ed Helix con cui vola in alto con un movimento a spirale.

Da segnalare, poi, il fatto che i rotori sono avvitati e non ganno la funzione di bloccaggio rapido che si trova nei modelli di droni più grandi. Nella confezione, oltre al drone in sé, troviamo anche un cacciavite e alcune pale come ricambio.

 

L’app per il DJI Mavic Mini

Il drone DJI Mavic Mini si interfaccia con la nuova app DJI Fly che è talmente semplice da risultare facile anche per i piloti più inesperti. Rispetto all’altra app della casa, la DJI Go 4, la nuova app ha alcuni dettagli del telecomando in meno, ma qui va in soccorso lo smartphone. Così il pilota si trova davanti i due joystock e i tasti per la funzione Return to Home, oltre ai tasti per lo spegnimento e per l’attivazione. Niente di più, proprio per non generare confusione nei piloti meno esperti.

La prova

Non abbiamo rilevato alcun problema né durante la configurazione né durante il decollo. A dimostrazione che anche il pilota più inesperto non avrà problemi a pilotarlo. In presenza di un pò di vento, il DJI Mavic Mini non ha avuto nessun problema, mantenendo perfettamente il percorso. Considera, poi, che monta una batteria abbastanza potente che, a detta del costruttore, dovrebbe garantire un’autonomia di 30 minuti. E’ vero che la dotazione include solo una batteria, ma online si trova anche il kit denominato Fly-More-Combo che offre altre due batterie a 100€.

Recensione DJI Mavic Mini, il drone leggero e veloce

Forse un piccolo limite è il fatto che, in modalità normale, abbiamo notato come il drone voli ad una velocità leggermente più bassa rispetto ai modelli maggiori. E’ vero che l’utente può scegliere la modalità Sport, selezionatile via app, ma anche questa è comunque più lenta perché lo fa viaggiare a 30 km/h.

Abbiamo testato la qualità video con la funzione Cine-Smooth con la quale il drone rallenta la velocità durante la ripresa, fa frenate più morbide e curva più lentamente. DJI Mavic Mini registra video con una risoluzione massima di 2704 x 1520 pixel (2,7K) a 30 fps. Oppure, si può scegliere di registrare con la risoluzione FullHD a 60 fps. La qualità dei video è comunque buona, anche se abbiamo notato un certo rumore di fondo che a qualcuno può sembrare un pò fastidioso.

Recensione DJI Mavic Mini, il drone leggero e veloce

Anche le fotografie che possono essere scattate con una risoluzione di 12 Megapixel sono di qualità abbastanza buona, risultando però una leggera sgranatura.

DJI Mavic Mini: valutazione finale

Questo modello è certamente di richiamo per gli appassionati, considerando l’ottimo rapporto qualità/prezzo, la leggerezza e la semplicità per farlo volare. I piloti più inesperti saranno colpiti dalla semplicità d’uso e dalla qualità delle riprese e delle fotografie. Il drone è acquistabile su Amazon, al link riportato sopra, al prezzo di 399€ o allo stesso prezzo sullo store del sito ufficiale.

Recensione DJI Mavic Mini, il drone leggero e veloce

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here