Pagamenti e sicurezza: Google Wallet aggiunge una modifica

Pagamenti e sicurezza: Google Wallet aggiunge una modifica

Google implementa una modifica che riguarda il suo wallet

La sicurezza dei pagamenti online è diventata una priorità assoluta per utenti e aziende. Google Wallet, una delle soluzioni più innovative nel panorama dei pagamenti digitali, ha introdotto recentemente una modifica significativa per rafforzare in modo ulteriore i suoi protocolli di sicurezza. Si tratta ovviamente di un’ottima notizia per noi utenti, soprattutto per coloro che si affidano a Google Wallet mettendo in primo piano la tranquillità. In fondo, chi usa Google Wallet ha imparato ad apprezzarne i grandi vantaggi, essendo Google un’azienda particolarmente attenta al fattore sicurezza. E questo update lo prova ancora una volta.

La novità riguarda il wallet per pagamenti digitali di Google

Google Wallet è quell’applicazione dell’universo Google dedicata ai pagamenti digitali e alla conservazione delle carte di credito, di debito e carte fedeltà. Questa notizia, sopratutto in tempi come questi in cui gli attacchi informatici iniziano ad essere abbastanza frequenti, è un’ottima mossa da parte dell’azienda, nell’interesse dei propri utenti.

Pagamenti e sicurezza: Google Wallet aggiunge una modifica

Da adesso sarà necessario sbloccare il device

La novità clou, in estrema sintesi, è la seguente: d’ora in poi, per eseguire qualsiasi transazione con Google Wallet, sarà necessario sbloccare il proprio dispositivo. Ad alcuni potrebbe sembrare una funzione superflua, ma non lo è affatto, e c’è un motivo preciso che lo spiega. Google Wallet, infatti, permetteva di eseguire le transazioni senza per questo dover sbloccare il telefono, anche se solo partendo da una soglia minima. Una funzione che da oggi cesserà di esistere, com’è facile intuire, per motivi di sicurezza.

Giusto per curiosità, è bene approfondire questo elemento. Google Wallet, infatti, da sempre prevede una soglia minima per effettuare i pagamenti, ma che cambia da paese a paese. Per l’Italia, ad esempio, tale soglia corrisponde a 25 euro, mentre in paesi come Francia e Germania viene previsto un minimo di 50 euro per attivare la transazione. Ad ogni modo, ciò che conta è che da oggi il telefono dovrà essere tassativamente sbloccato per pagare con Google Pay. Non a caso, molti utenti – abituati a pagare senza sbloccare lo smartphone – hanno segnalato questa nuova richiesta da parte di Google.

In realtà gli utenti più attenti conoscevano già questa novità. Infatti, la feature era stata già annunciata da Google a febbraio, quindi non si tratta di un’iniziativa presa dall’oggi al domani. Sul sito ufficiale di Google è infatti presente un avviso che riporta proprio queste informazioni.

Come hanno reagito gli utenti Android?

C’è chi non si è nemmeno accorto della modifica, dato che utilizzava Google Wallet sbloccando regolarmente il cellulare, e chi invece ha accolto questo update con reazioni diverse. Da un lato troviamo gli utenti Android contenti dell’aggiornamento, perché convinti che sarà più che utile per potenziare la sicurezza delle proprie transazioni. Dall’altro lato, però, c’è una larga fetta di utenza che trova tale introduzione non utile ma piuttosto fastidiosa. Si parla, ovviamente, di tutti coloro che usavano Google Wallet senza lo sblocco preventivo dello smartphone.

Nota: potrebbe interessarti questa guida su come installare i servizi Google sui dispositivi Huawei.

Obiettivamente, però, la modifica introdotta da Google non può e non deve essere vista come un semplice vezzo, ma come uno step necessario per garantire una maggiore sicurezza delle nostre transazioni. E questo è un passo importante, visto che nel mondo dei pagamenti elettronici la sicurezza è un fattore fondamentale, anche per una questione di fiducia nei confronti dei servizi digitali che utilizziamo ogni giorno. Se il telefono viene rubato, infatti, il ladro potrebbe tranquillamente usare il nostro Google Wallet per le transazioni. Ma con questa nuova funzione la cosa diventa impossibile.

Come aggiornare Google Wallet?

Nel dubbio conviene controllare che l’app Google Wallet sia stata aggiornata all’ultima versione, per poter sfruttare questa novità in termini di sicurezza. In fondo aggiornare manualmente l’applicazione richiede davvero pochi secondi. Come fare? Basta semplicemente recarsi sulla pagina di download dell’app Google Wallet sul Google Play Store. L’ultima versione dell’app include già questa novità.

Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter , MastodonInstagramPagina Facebook e canale WhatsApp.

Articolo precedenteCome usare ChatGPT su Telegram?
Articolo successivoLe 10 estensioni migliori per migliorare Twitter su Chrome
Mapu ha fondato questo blog nel 2019, dopo aver collaborato con altri blog. Negli anni precedenti aveva pubblicato cinque libri, tra raccolte di racconti, saggi e romanzi. I libri che ha pubblicato sono disponibili in versione digitale su Amazon, Google Play Libri e Apple Books, mentre in edizione cartacea sono tutti editi da Prospettiva Editrice e in vendita sia su Amazon che sul sito dell'editore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui