iPhone: come sarà e cosa dovrebbe avere il prossimo modello

iPhone: come sarà e cosa dovrebbe avere il prossimo modello

Cominciano a circolare anticipazioni sul prossimo iPhone. Facciamo il punto su come dovrebbe essere

Il recente Evento Apple ‘Spring Reloaded’ del 20 aprile ha riacceso le voci sul prossimo modello di iPhone. Chissà se lo vedremo a settembre o a novembre, molto dipende dalla carenza di chip che sta allarmando molti settori industriali. In ogni caso dovrebbe essere iPhone 13. O iPhone 12S, qualcuno dice anche iPhone 21, chissà.

Comunque, in questo articolo ho cercato di mettere insieme le varie voci su alcune specifiche tecniche e ne è venuto fuori un ritratto di come dovrebbe essere il prossimo iPhone, unito a come dovrebbe essere secondo me per avere ancora più successo.

Considera che di ufficiale non c’è nulla, come del resto ci ha abituati Apple da anni, ma non si sa mai che qualcosa o di più di quanto contenuto in questo articolo possa rivelarsi vero dopo l’estate.

Cosa bolle in pentola a casa Apple

iPhone dovrebbe avere una batteria più grande

è probabilmente l’aspetto che la maggior parte degli utenti chiede in continuazione ad Apple: maggiore autonomia. Non che iPhone 12 abbia una scadente autonomia, tutt’altro. iPhone 12 Pro Max si avvicina ai tre giorni di autonomia con un utilizzo moderato.

Invece, il 12 Pro mi è durato 15 ore e 56 minuti; l’iPhone 12 mi è durato 17 ore e 14 minuti.

Però siamo ancora lontani dalla concorrenza, leggi Samsung. Ad esempio, lo smartphone Samsung Galaxy S21 ha una batteria da 4.500 mAh che mi ha garantito un’autonomia di 18 ore e 3 minuti. Il modello Galaxy S21 Ultra con una batteria da 5.000 mAh è arrivato a 22 ore e 57 minuti. Considerando che entrambi montano un display ad alta frequenza di aggiornamento che riduce di molto la batteria, capisci che c’è ancora strada da fare.

Apple ha montato batteria quasi dimezzate su iPhone 12, rispetto a quelle sopra dei Samsung, ed è riuscita a raggiungere la sua autonomia con un processore meno energivoro e l’ottimizzazione che l’ha resa famosa.

Quindi, pensa di portare la stessa efficienza ad una batteria più grande. Mi aspetto una batteria maggiore e un’autonomia di tutto rispetto.

Pro Motion potrebbe arrivare sullo schermo dell’iPhone 13

Alcune voci indicano che il display del prossimo iPhone sarà un OLED ad alta frequenza di aggiornamento. Dopo tutto, si tratta di una specifica tecnica che molti utenti Apple stanno attendendo da alcuni anni.

Non si contano più i modelli di smartphone in commercio che montano uno schermo ad alta frequenza di aggiornamento. Ad esempio,  come OnePlus Nord N10 5G che ha un display a 90Hz. Il nuovo Galaxy S21 S21 Ultra hanno ciascuno un display a 120 Hz. Invece, l’iPhone 12 ha uno schermo a 60 Hz.

Avere un display con una frequenza di aggiornamento elevata garantisce animazioni e grafica più nitide, il motion blur è ridotto, i giochi appaiono più vivaci.

Almeno il prossimo modello Pro dovrebbe avere uno schermo a 120Hz, aiuterebbe anche gli utenti a distinguere maggiormente la fascia Pro dagli altri modelli di iPhone.

iPhone potrebbe essere senza porte

Questa voce si rincorre da anni e, considerando quanto Apple ha via via eliminato dalle porte di iPhone, è lecito attendersi che a breve sparisca anche la porta Lightning. Se ci pensi, nel 2016 Apple ha eliminato da iPhone 7 il jack per le cuffie.

Lo scorso dicembre, l’affidabile Ming Chi Kuo ha affermato che Apple avrebbe rilasciato un iPhone nel 2021 senza porte.

Pensando anche all’arrivo della ricarica Mag Safe su iPhone 12, sembrano piccoli passi versi l’addio alla porta Lightning.

Certo, attualmente la ricarica MagSafe arriva  15 watt, mentre raggiungi 20 watt con la classica ricarica a USB-C e un caricatore da muro. Comunque lontana dalla concorrenza, pensa solo che OnePlus utilizza un caricabatterie wireless chiamato Warp Charge 30 che può caricare a 30 watt.

Bisogna attendere che Apple riesca a migliorare MagSafe fino a riuscire a sostituire un cavo di ricarica fisico.

Oppure, potrebbe anche sfruttare il “connettore intelligente” che troviamo su iPad Pro. Sul retro dell’iPad ci sono tre contatti metallici piatti e quando utilizzi l’ accessorio Magic Keyboard con l’iPad Pro , si collega all’iPad tramite il connettore intelligente e i magneti.

Nuove fotocamere

Se abbiamo visto risultati davvero ottimi su iPhone 12 Pro Max, specialmente, ci sono molte voci secondo cui la prossima serie monterà nuovi obiettivi, nuovi sensori per fotocamere e maggiore stabilizzazione.

iPhone 12 Pro ha le stesse fotocamere selfie, ampie e ultrawide dell’iPhone 12 e 12 Mini. Il modello Pro ha una fotocamera con teleobiettivo 2x, diversa da quella 2.5x su iPhone 12 Pro Max. Il prossimo modello Pro potrebbe avere un sensore più grande per la fotocamera. Non si sa se sarà esattamente uguale a quella su iPhone 13 Pro Max. Tuttavia, il sensore più grande potrebbe incorporare la stabilizzazione basata sul sensore, che finora vediamo solo sul modello iPhone 12 Pro Max.

Altre voci indicano come l’iPhone 13 Pro avrà il teleobiettivo uguale o similare a quanto montato su 13 Pro Max. In questo modo il prossimo modello “Pro” sarà più simile al modello Pro Max. Invece, finora, il 12 e il 12 Pro sono anche troppo simili.

Ci sono alcune voci su una nuova fotocamera ultrawide su iPhone 13 che dovrebbe garantire prestazioni migliori in condizioni di scarsa illuminazione e una apertura più veloce dell’obiettivo. Attualmente l’obiettivo sull’ultrawide è f2.4, ma si dice che il nuovo obiettivo dovrebbe essere f1.8.

Touch ID potrebbe ritornare

Si sente dire già da un tempo che dovrebbe ritornare il sensore di impronte digitali, ma sotto al display. Soluzione che piace a chi non si trova bene con il FaceID, tanto più adesso in tempo di pandemia, quando bisogna abbassare la mascherina per farsi riconoscere.

Attualmente la concorrenza Android monta due tipi di sensori di impronte digitali sullo schermo. Ad esempio, troviamo sensori ottici sullo schermo su OnePlus 8T Motorola Edge Plus. Poi ci sono lettori di impronte digitali ad ultrasuoni di Qualcomm su telefoni come la serie Galaxy S21.

Ricordiamo che nel 2019 Apple ha depositato un brevetto che permette di sbloccare iPhone con un tocco di impronta digitale in qualsiasi punto dello schermo.

Video in modalità ritratto

Anche la sezione video ci si aspetta che migliori. Tanto che alcune voci indicano come il prossimo iPhone potrebbe registrare video in modalità verticale. Su iPhone, la modalità verticale è limitata alle sole foto, però alcuni modelli Android consentono già di registrare video in modalità ritratto (o video con messa a fuoco live), che sfocano lo sfondo lasciando il soggetto a fuoco.

Vedremo Apple come riuscirà a gestire i video in modalità verticale e tutta l’elaborazione per separare il primo piano e sfocare artisticamente lo sfondo.

Arriva l’astrofotografia?

Gira voce che ad Apple sia rimasta sul gozzo la funzione che abbiamo visto su Pixel 5 in termini di astrofotografia. Ad oggi, puoi montare l’iPhone su un treppiede e nelle condizioni più buie estendere l’acquisizione in modalità notturna fino a 30 secondi. Sinceramente, ben poco a quanto può fare Pixel 5 catturando le stelle e i pianeti. Non so se la vedremo sul modello Pro o dove, però non mi stupirei se Apple migliorasse anche questa funzione.

Per ricevere tante notizie di tecnologia, guide per smartphone e tariffe telefoniche convenienti puoi iscriverti gratis al nostro canale di Telegram. Se questo articolo ti è stato utile ricorda di accedere su Google News e mettere il blog tra i preferiti per leggere  ogni nuovo articolo. Ascolta i nostri podcast sul canale YouTube.

 

iPhone: come sarà e cosa dovrebbe avere il prossimo modello

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here