iOS 16: su quali iPhone e quali funzioni vorremmo

iOS 16: quali iPhone supporterà e quali funzioni vorremmo avere

Nel 2022 arriverà iOS 16. Cosa potrebbe avere il prossimo aggiornamento di Apple?

L’ultima versione del sistema operativo targato Apple è iOS 15 che è arrivata insieme  alla commercializzazione di iPhone 13. Come da prassi abituale, nulla di diverso in questo. Se Apple sta via via rilasciando aggiornamenti che stanno lentamente perfezionando le funzionalità che abbiamo visto da giugno alla conferenza WWDC, questo non ci impedisce di guardare già più in là e pensare a cosa potrebbe esserci nella prossima versione di iOS.

Del resto, ogni versione di iOS porta con sé funzioni innovative e miglioramenti, perciò pensiamo a cosa potrebbe avere iOS 16. E vediamo anche quali modelli di iPhone saranno supportati.

Rumor sul rilascio di iOS 16

Finora, Apple ha mantenuto un calendario costante per i suoi aggiornamenti annuali. Infatti, abbiamo l’annuncio dell’ultimo aggiornamento iOS a giugno durante l’evento WWDC, seguito da un rilascio in versione definitiva per settembre.

Apple, ultimamente, sta implementando le versioni intermedie con miglioramenti importanti e minori. Ad esempio, con iOS 15.2  Apple si è concentrata sull’implementazione di funzioni significative su più aggiornamenti .

In passato, abbiamo trovato la funzione legata al trackpad con iOS 13.4, oppure ProRes in iOS 15.1. Non sappiamo quanti aggiornamenti di iOS 15 avremo, ma è anche lecito attendersi funzionalità interessanti anche con iOS 15.7 o 15.8

Quali iPhone riceveranno iOS 16

Un aspetto che ha contribuito al successo di iPhone è il fatto che Apple garantisce il supporto alle nuove versioni di iOS anche a cinque anni di distanza. Contro i tre anni garantiti da Google con Android. Pensa soltanto che iOS 15 supporta almeno iPhone 6S, che è stato uscito nel 2015, ben sette anni fa.

Quindi, è presumibile che Apple decida di supportare anche  la serie iPhone 7 con iOS 16. Probabilmente lo farà, ma manterrà alcune funzioni esclusive sul modello più recente che sarà iPhone 14. Posto che il nome non venga cambiato.

Come già accaduto con i modelli più vecchi che ricevono molte funzioni di iOS 15, ma non tutte.

iOS 16: quali iPhone supporterà e quali funzioni vorremmo avere

Cosa aspettarsi con la versione n.16

App Fotocamera migliorata

È innegabile che abbia ricevuto molti miglioramenti la fotocamera dell’iPhone, con l’aggiunta di obiettivi e l’introduzione di funzioni come la modalità notturna e la modalità cinematografica.

Tuttavia, questo ha reso l’app Fotocamera abbastanza affollata di funzioni vecchie e nuove e l’utente deve districarsi tra una e l’altra. Ad esempio, per accedere alle impostazioni del flash o dell’esposizione forzate serve fare alcuni passaggi in più, rispetto a qualche anno fa.

Inoltre,  iOS 15.2 vede l’arrivo di un nuovo pulsante macro, anche se solo per la serie di iPhone 13.

Possiamo anche aspettarci che Apple abbia progetti più grandi per le fotocamere dei futuri modelli di iPhone, con nuove funzionalità che attiveremo e disattiveremo secondo esigenze.

QuickNote per iPhone

Questo gesto racchiude la funzione che abbiamo apprezzato già in iPadOS 15 e macOS 12 Monterey, dove basta trascinare il dito dall’angolo in basso a destra per poter digitare rapidamente alcune note.

Sarebbe utile avere questo gesto anche su iPhone, tanto più che troviamo già altri gesti presenti su iPhone.

Widget riservato alla domotica

Con Apple i widget sono rinati in iOS 14. Puoi posizionarli a piacimento e aggiungerne in base alle tue abitudini. Il limite finora è che alcune applicazioni non li riconoscono ancora. Ad esempio, l’app nativa Casa.

Se a casa tua o in ufficio hai luci intelligenti, attualmente se vuoi accendere rapidamente una luce, potresti riscontrare un ritardo se chiedi a Siri o se l’app non risponde.

Poterlo fare attraverso un widget sulla schermata iniziale aiuterebbe a ridurre i passaggi. La speranza è di trovare questo widget non solo su iOS 16, ma anche su versioni future di macOS e iPadOS.

App per AirPods e AirTags

Se possiedi gli auricolari AirPods, sai che le impostazioni sono accessibili solo tramite Bluetooth dall’app Impostazioni.

Ma se possiedi anche AirTags sai che le impostazioni di AirTags sono accessibili tramite l’app Dov’è. Sarebbe comodo e utile poterli gestire entrambi attraverso un’unica applicazione. Ne guadagneresti in semplicità e comodità.

Nuove opzioni per i temi

Nel 2019 abbiamo assistito all’arrivo di moltissimi temi grazie ad alcune nuove funzionalità fornite dall’app Shortcuts, per noi Comandi.

Con questa app puoi creare comandi di avvio per altre app e posizionare un’icona nella schermata principale. Questo ha contribuito alla nascita di molti temi per gli utenti di iPhone.

Con iOS 16 potremmo fare un ulteriore step. Infatti, con l’arrivo di una nuova categoria nell’App Store potremmo scaricare i temi e quindi selezionarli all’interno dell’app Impostazioni. Questo garantirebbe una personalizzazione che su Android è normalità, ma non ancora su iPhone.

Per non perdere i nostri articoli puoi seguirci sul canale Telegram o su Google News. Non esitare a condividere le tue opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui