I migliori strumenti per gestire un canale Telegram

I migliori strumenti per gestire un canale Telegram

Le risorse per poter gestire un canale Telegram sono davvero molte e vale la pena scaricare questa applicazione così versatile

Oggi sono in pochi a non conoscere l’importanza di Telegram, che viene apprezzato dagli utenti proprio per via della possibilità di creare dei canali. Si tratta di un’opportunità unica per tante ragioni, ad esempio per chi desidera provare a guadagnare con le affiliazioni Amazon e le offerte pubblicate dal noto e-commerce. I canali Telegram, inoltre, danno la possibilità di raggiungere un pubblico pienamente in target con un determinato argomento. 

E, a differenza dei social, consentono alle notifiche di raggiungere immediatamente i partecipanti, senza perdersi nella valanga di contenuti che si ammassano nei feed, come accade ad esempio con Facebook. Fra le altre cose, Telegram si integra a meraviglia con una serie di tool e strumenti gratuiti, dai bot fino ad arrivare ad una serie di funzioni che meritano di essere approfondite. Vediamo dunque di scoprire insieme quali sono i migliori strumenti per gestire un canale Telegram.

I migliori strumenti di Telegram

Iniziamo subito dai tanti gioiellini che Telegram stesso mette a disposizione degli utenti, fra bot utilissimi e funzioni sparse qui e là.

I migliori strumenti per gestire un canale Telegram

Creare un sondaggio o un quiz

Fra i sistemi più utili per interfacciarsi con gli utenti dei propri canali troviamo i sondaggi. Questa funzione, che viene sfruttata spesso anche dalle aziende presenti su Telegram, permette ai proprietari del canale di capire esattamente cosa desiderano gli utenti iscritti. In sintesi, dà la possibilità di ottenere dei preziosi feedback, utili ad esempio per migliorare i contenuti offerti dal canale, ma può essere anche sfruttata per creare dei divertenti quiz. 

Come si attivano? Basta fare click sull’icona a forma di graffetta in basso, scegliere la funzione sondaggio, inserire le info e infine fare tap su “crea”. Come anticipato, grazie all’opzione sondaggio si possono anche organizzare dei quiz, impostando la classica risposta multipla. Naturalmente puoi usare anche opzioni come i bot inline (@like e @vote).

Pubblicare un contenuto su Telegra.ph

Alle volte potresti sentire la necessità di pubblicare un contenuto testuale più approfondito, dando agli utenti iscritti al tuo canale la possibilità di leggerlo con calma. In questo caso la via migliore è aprire un sito web, il che implica una serie di costi e di operazioni. Ma c’è una soluzione che ti eviterà tutto questo: si tratta appunto di Telegra.ph, una piattaforma che simula una sorta di pagina Word, e che ti permette di scrivere un articolo, di pubblicarlo online e di linkarlo senza problemi nel tuo canale Telegram. 

Ovviamente il link può essere pubblicato ovunque in rete, anche sui social come Facebook, dunque non è legato esclusivamente all’app di messaggistica. Essendo una sorta di simulatore di Word, permette tutta una serie di operazioni classiche, come la formattazione del testo e l’inserimento delle immagini. Infine, è bene che tu sappia che esiste un bot (@telegraph) che ti permette di sapere quante volte è stato letto il tuo articolo.

Aggiornare l’anteprima di un articolo

Rimaniamo in tema di contenuti testuali, con un trucchetto che in tanti troveranno utilissimo. Se hai un blog, e se ti è capitato di linkare un contenuto sul canale Telegram, sicuramente avrai avuto almeno una volta questo problema: l’anteprima del contenuto dell’articolo (cioè la sezione di testo immediatamente visibile dopo il link) non è stata ancora aggiornata. Poco male, perché puoi risolvere utilizzando il bot @Webpagebot, inviandogli il link dell’articolo e chiedendogli appunto di aggiornarlo.

Creare un pacchetto di stickers

Gli stickers rappresentano una soluzione semplice e divertente per interagire con il pubblico e per consentirgli di trovare un sistema rapido per migliorare la comunicazione all’interno del canale. Ebbene, hai la possibilità di creare un tuo pacchetto di adesivi personalizzato, utile anche in sede di promozione del canale, e di impostarlo come elemento ufficiale. Per riuscirci, conviene utilizzare un bot apposito (si tratta di @stickers). In alternativa, o come ulteriore strumento di personalizzazione, il bot @Newstickersoptimizerbot ti permette di ottimizzare gli adesivi, ad esempio selezionando il formato che preferisci.

Ricerca di immagini integrata

A proposito di contenuti multimediali: lo sapevi che Telegram ti consente di cercare direttamente dall’app le immagini, comprese le GIF? La funzione in questione è semplicissima da usare: non dovrai fare altro che usare il comando @gif all’interno del canale, insieme alla parola dell’immagine che ti interessa (ad esempio @gif cane). Lo stesso discorso vale per le immagini: dunque, se ti interessa la foto di un cane, dovrai semplicemente digitare @pic cane.

Visualizzazione delle statistiche

Se stai utilizzando il tuo canale Instagram per lavoro, o se comunque vuoi misurarne le performance per gratificarti o per analizzare il tuo piano di sviluppo, puoi farlo. Ti parliamo in questo caso della funzione che ti permette di visualizzare le statistiche del canale, raggiungibile cliccando sulla voce “statistiche” che si trova in alto sulla destra. 

Così facendo, potrai ad esempio visualizzare il grafico della crescita del canale, quanti utenti hanno attivato le notifiche, gli orari di maggior traffico, da dove provengono gli utenti, che lingua parlano e molto altro ancora. In questo pacchetto rientrano anche altre statistiche come le visualizzazioni dei contenuti, dei post, degli articoli con apertura rapida e il numero di condivisioni. Va però specificato che la funzione statistiche è disponibile solo per i canali con un numero di iscritti superiore a 50.

Commenti con DiscussBot

Come avviene sui social, anche Telegram dà la possibilità di pubblicare un contenuto e di ricevere dei commenti immediatamente sotto di esso. Non è una funzione integrata, ma aggiungibile grazie all’ennesimo bot (ovvero @Discussbot). In pratica, il bot in questione si limiterà semplicemente ad aggiungere la sezione commenti sotto ad ogni pubblicazione. 

Un aspetto molto interessante è il seguente: la sezione commenti può diventare un luogo perfetto per far nascere discussioni costruttive o divertenti su quel contenuto, o per organizzare delle votazioni. Naturalmente gli amministratori del canale possono moderare i commenti, evitando così i flame e gli insulti. Sappi, però, che DiscussBot funziona soltanto nei canali pubblici.

Potrebbe interessarti: scopri come vendere su un account Telegram con successo.

I migliori strumenti creati dagli utenti

Nella lista dei migliori strumenti per gestire un canale Telegram bisogna citare anche alcune perle create dagli utenti stessi, dunque non proposte direttamente dal servizio di messaggistica.

Gestire il canale con Chelpbot

Chelpbot (@Chelpbot) è un vero e proprio tuttofare al servizio di chi desidera trovare una soluzione “all-inclusive” per gestire il proprio canale. Le funzioni integrate in questo bot sono davvero tante, come nel caso della formattazione dei post e dell’aggiunta dei pulsanti sotto questi ultimi. Potrai usare questa funzione per accoppiare un link ad un testo, oppure per creare ancora una volta dei sondaggi. In secondo luogo, Chelpbot presenta anche una schermata con una serie di statistiche riguardanti il canale, alcune delle quali non sono disponibili nella funzione nativa di analisi che abbiamo citato poco sopra. 

L’unico modo per scoprire la marea di funzionalità che offre è provarlo direttamente, visto che Chelpbot permette anche di programmare l’invio dei post e di modificarli dopo la pubblicazione. L’unico “difetto” è che il bot in questione richiede un po’ di pratica, dato che ha una curva di apprendimento non semplicissima. Infine, un’alternativa molto interessante è @Controllerbot.

Approfondire le statistiche con TGSTAT

Occorre ripetere ancora una volta quanto sia importante tenere traccia delle varie statistiche del proprio canale, soprattutto se si vuole definire una strategia di sviluppo e monitorarla step dopo step. In tal senso, c’è un servizio che può diventare particolarmente utile, anche se stavolta si parla di un vero e proprio sito web e non di un bot. Facciamo riferimento a tgstat.com, una piattaforma in inglese che consente di visionare una mole notevole di statistiche. 

In questo elenco troviamo ad esempio il numero di utenti iscritti e di visualizzazioni dei post (totali o singoli), oltre al classico grafico dell’andamento del canale. Un vantaggio che il servizio di Telegram non ha? Il sito TGSTAT presenta uno storico dei dati più esteso, oltre ad alcune informazioni extra. Per usarlo bisogna prima iscrivere il proprio canale su TGSTAT, e successivamente visitare la pagina che il sito creerà appositamente per le nostre statistiche. Inoltre, si consiglia di usare il bot @tg_analytics_bot per aggiornare con maggiore frequenza le statistiche.

Automatizzare alcuni processi con IFTTT

Se hai avuto a che fare con la programmazione, conoscerai sicuramente i vantaggi dei codici che automatizzano certe operazioni, basandosi sulle condizioni (note anche come “If”). Questo è ciò che fa IFTTT. In pratica, si tratta di un servizio che attiva una risposta in automatico se si presentano delle condizioni specifiche, e che può essere integrato su Telegram senza problemi e senza spendere un euro, a patto di restare entro 3 formule di automazione. 

Fra le formule utilizzabili troviamo ad esempio la pubblicazione automatica degli articoli che pubblichi sul tuo blog, e dei post sui social (Instagram e Facebook). Si parla, in sintesi, di uno strumento incredibilmente prezioso per semplificare la gestione del tuo canale Telegram. Poi, se desideri automatizzare le risposte ai messaggi, ti consigliamo di leggere la nostra guida su AutoResponder.

Nuovi canali di contatto con Limitati Bot

Limitati (@Limitatibot) è un bot creato da terze parti che espande i modi che gli utenti possono usare per contattare gli amministratori di un canale. E se ti stai chiedendo perché dovresti usarlo, ecco alcune risposte. Potresti ad esempio sfruttarlo per permettere di contattarti agli utenti che sono stati limitati temporaneamente da Telegram. Oppure per gestire tutti i messaggi su un’unica finestra dedicata (evitando così la “cascata” di chat private). Come si crea? Per prima cosa devi andare su @Botfather, avviarlo, usare il comando “/newbot”, rinominare il bot, decidere il suo nome utente e inoltrare il messaggio ricevuto a @Limitatibot.

Creare velocemente una email per Telegram

Molto probabilmente avrai deciso di creare una email apposita per ricevere i messaggi relativi al tuo canale Telegram, evitando di usare quella principale. Una decisione saggia, sia per una questione di gestione sia per la privacy. Sappi che puoi farlo velocemente usando un bot specifico (@etlgr_bot), dato che basteranno una manciata di secondi per creare un account mail su etlgr.com. Un altro vantaggio interessante? Quando riceverai una mail la notifica arriverà sulla chat del bot, semplificandoti ulteriormente la vita. Infine, potrai visualizzarle e addirittura rispondere alle mail tramite questa chat.

Conclusione

Queste sono le risorse che ti consigliamo per gestire al meglio un canale Telegram. Se ne conosci altre faccelo sapere nei commenti sotto, alla fine di questa guida.

Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter , MastodonInstagramPagina Facebook e canale WhatsApp.

 

Articolo precedenteCome trasferire le playlist su Apple Music
Articolo successivoArriva il nuovo WhatsApp per Android: cambia l’interfaccia
Mapu ha fondato questo blog nel 2019, dopo aver collaborato con altri blog. Negli anni precedenti aveva pubblicato cinque libri, tra raccolte di racconti, saggi e romanzi. I libri che ha pubblicato sono disponibili in versione digitale su Amazon, Google Play Libri e Apple Books, mentre in edizione cartacea sono tutti editi da Prospettiva Editrice e in vendita sia su Amazon che sul sito dell'editore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui