Come usare ChatGPT su Telegram?

Come usare ChatGPT su Telegram?

Torniamo ad occuparci di Telegram ma stavolta insieme all’intelligenza artificiale

ChatGPT oramai rappresenta un must per chi scrive testi, e ha definitivamente lanciato sul mercato uno strumento dotato di “pura intelligenza”. L’AI viene considerata da tanti utenti o content creator come un vero e proprio alleato, perfetto per velocizzare il lavoro e per ottimizzare il proprio workflow, ovvero il pacchetto di strategie e di metodi per la creazione dei contenuti. Ma è davvero possibile espandere le funzionalità di questo fantastico tool di OpenAI, per poterlo ad esempio utilizzare su Telegram? La risposta è sì: leggendo questa guida, scoprirai come riuscirci.

Una premessa su ChatGPT su Telegram

Per prima cosa, ci sono alcune informazioni preliminari che dovresti conoscere. Innanzitutto, molti dei bot che usano ChatGPT in realtà… non usano ChatGPT. Nel senso che non fanno riferimento al tool online che noi tutti conosciamo, ma si interfacciano direttamente con le API messe a disposizione da OpenAI. Non è un difetto o una limitazione, anzi: questo sistema consente infatti un importante risparmio economico, in quanto si basa sul consumo di token e non richiede un abbonamento diretto alla nota piattaforma AI.

Si tratta di strumenti gratuiti? Alle volte sì, altre volte no. Di certo non pagherai 20 euro circa al mese, come faresti con l’abbonamento a ChatGPT, però nella maggior parte dei casi ti verrà richiesto di sottoscrivere comunque un piano a pagamento, il cui costo si aggira intorno ai 5 euro. Solo in questo modo potrai sbloccare tutte le funzioni più interessanti. Infine, ecco un’altra informazione molto utile: non devi farti spaventare dal fatto che questi programmi usano le API di OpenAI, perché sono stati progettati per essere facilmente e velocemente configurabili, da chiunque.

Nota: potrebbe interessarti la nostra guida su come funzionano le storie su Telegram.

Come usare ChatGPT su Telegram?

Telegram e l’intelligenza artificiale

Usare ChatGPT su Telegram con BuddyGPT

Fra i migliori bot per Telegram che sfruttano ChatGPT troviamo BuddyGPT. Si tratta di un chatbot che, come anticipato poco sopra, non richiede che tu abbia un abbonamento al tool di AI, in quanto si interfaccia con le API di OpenAI. Grazie a BuddyGPT potrai ad esempio generare immagini con l’intelligenza artificiale (DALL-E), oppure i classici testi, raggiungendo anche un buon livello di complessità. Vediamo dunque come configurarlo correttamente sul proprio account Telegram.

Il primo passo da fare è collegarsi al portale ufficiale di BuddyGPT. Una volta atterrato sul sito, noterai sin da subito che questo bot può essere utilizzato non solo su Telegram, ma anche su WhatsApp, il che non guasta. C’è anche una lista di funzioni che il bot mette a disposizione, come le ricette, le immagini, il marketing, le traduzioni e molto altro ancora. Dato che a te interessa usarlo su Telegram, dovrai cliccare sul pulsante blu in alto a destra (“Try for free on Telegram”).

A questo punto, dovrai cliccare sul pulsante “Apri” nella pagina che si aprirà dopo aver selezionato il pulsante blu in precedenza. Questo step servirà per reindirizzarti all’app di Telegram. Poi dovrai avviare il bot cliccando sull’apposito pulsante, che si trova nella sezione inferiore della schermata principale di BuddyGPT. Ora, sarai finalmente in grado di chattare con il bot. La versione gratuita prevede un massimo di 15 messaggi e 5 foto generate con l’AI di OpenAI, gratuitamente. Per ottenere tutte le funzioni extra dovrai invece pagare un abbonamento mensile, che corrisponde a 5.99 dollari al mese.

Nota: abbiamo scritto una guida con i migliori strumenti per gestire un canale Telegram.

Usare ChatGPT su Telegram con Roger da Vinci

Vediamo di scoprire un altro sistema per capire come usare ChatGPT su Telegram. Si parla ancora una volta di un bot, ma che ha alcune limitazioni rispetto al precedente. Considera infatti che Roger da Vinci utilizza il modello GPT-3, ovvero il più semplice e basico attualmente messo a disposizione da OpenAI. Ed è anche il più economico: non a caso, Roger da Vinci è completamente gratuito e non richiede un abbonamento mensile. Nonostante questo, è ricco di funzioni ed è in grado di produrre degli ottimi testi, oltre ad essere facilmente configurabile. Ancora una volta, non dovrai abbonarti a ChatGPT, dato che Roger usa le API di OpenAI.

Per prima cosa, dovrai visitare il sito web ufficiale di UseRoger. Considera che nel momento in cui viene scritta questa guida il portale risulta irraggiungibile, ed è possibile che questo tool non sia più disponibile al pubblico, ma vale comunque la pena provarci. Nel sito dovrai cliccare sul pulsante “Use with Telegram”, e in seguito su “Apri”, nella pagina di reindirizzamento a Telegram.

Dopo aver eseguito il passaggio visto poco sopra, riceverai un messaggio di benvenuto, dove il bot ti chiederà di prendere visione di alcune informazioni sul suo utilizzo, compresa la richiesta di registrarti al servizio inserendo alcuni dati. Servizio che, ricordiamolo, è del tutto gratuito e privo di limitazioni. Una volta che ti sarai registrato, cliccando sul link contenuto nel messaggio, verrai spedito su Telegram e potrai finalmente iniziare ad usare Roger da Vinci.

Nota: lo sapevi che è possibile sostituire Siri con ChatGPT su iPhone?

Usare ChatGPT su Telegram con ChatGPT Bot

ChatGPT Bot somiglia molto a Roger da Vinci. In primis, utilizza lo stesso modello LLM, ovvero il “vecchio” GPT-3. Significa che è in grado di generare testi di buona qualità (ma non buoni quanto quelli con GPT-4) ad un prezzo irrisorio, e molto velocemente. La versione gratuita prevede un massimo di 30 messaggi al giorno. Pagando un abbonamento mensile di 5 dollari, invece, potrai arrivare fino ad un massimo di 100 messaggi al giorno. Anche in questo caso, ci troviamo di fronte ad un bot Telegram che si connette alle API di OpenAI.

Per usare ChatGPT Bot su Telegram devi innanzitutto visitare il sito ufficiale, e come al solito cliccare su Apri per consentire al portale di reindirizzarti su Telegram. Il bot può essere successivamente avviato premendo il pulsante apposito, che si trova in basso nella chat. Ancora una volta, ti verrà inviato un messaggio di benvenuto con un riassunto delle sue capacità, così potrai capire sin da subito cosa può fare per te.

Leggi anche come scaricare musica gratuitamente su Telegram.

Conclusioni

Prima di salutarci, devi sapere che queste sono solo alcune delle metodologie che ti danno la possibilità di usare ChatGPT su Telegram. Ma devi anche considerare che parliamo di un settore che si aggiorna di continuo, e che può proporre nuovi tool anche dall’oggi al domani. Ricorda sempre che molte di queste soluzioni, o quantomeno le più efficaci e professionali, richiedono spesso una piccola spesa mensile per l’abbonamento (intorno ai 5 euro).

Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter , MastodonInstagramPagina Facebook e canale WhatsApp.

Articolo precedenteApp su iPhone nascoste – come trovarle
Articolo successivoPagamenti e sicurezza: Google Wallet aggiunge una modifica
Mapu ha fondato questo blog nel 2019, dopo aver collaborato con altri blog. Negli anni precedenti aveva pubblicato cinque libri, tra raccolte di racconti, saggi e romanzi. I libri che ha pubblicato sono disponibili in versione digitale su Amazon, Google Play Libri e Apple Books, mentre in edizione cartacea sono tutti editi da Prospettiva Editrice e in vendita sia su Amazon che sul sito dell'editore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui