Trasferisci playlist da Google Play Music a YouTube

0
103

Seguici anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da web e mobile o alla voce “Segui”. O entra nel canale Telegram.

Google ha reso disponibile anche in Italia il trasferimento delle nostre playlist da Play Music a YouTube Music

Se ti eri perso la notizia, sappi che, purtroppo, entro fine 2020 anche Google Play Music cesserà la sua attività, perché Google ha deciso di chiudere anche questa app. Per non lasciare col cerino in mano i suoi utenti che utilizzano Play Music per scaricare e ascoltare musica, ha anche deciso di sostituire questa app con YouTube. Perciò, a tutti gli effetti, YouTube Music è l’erede di Google Play Music. Non conosciamo il motivo di questa scelta, probabilmente Google ha pensato che il nome legato a YouTube fosse un richiamo maggiore.

L’ulteriore notizia recente è che anche qui in Italia è possibile procedere con il trasferimento di tutta la nostra attività di Google Play Music su YouTube Music, dopo l’annuncio fatto qualche settimana fa. Quindi, brani scaricati e acquistati. Vediamo come fare

Trasferisci la tua libreria musicale

La procedura che consente di trasferire i brani e playlist è molto semplice e, soprattutto, automatica.

Infatti, basta aprire l’app YouTube Music, entrare nella Home e trovi subito l’avviso che recita ‘Trasferisci la tua raccolta di Play Musica’.

Trasferisci playlist da Google Play Music a YouTube

Clicca sul messaggio e il trasferimento parte in automatico. considera che, se hai molti brani, il trasferimento si completa dopo qualche ora. Consigliamo di farlo partire di notte, così al risveglio trovi il trasferimento completo.

Ad oggi, non è ancora possibile farlo direttamente dal sito ufficiale da PC, ma solo attraverso le due applicazioni. Invece, per caricare musica su YouTube Music, è sufficiente da browser premere sull’icona del profilo e cercare la voce Carica musica.

Nei giorni scorsi sono emersi in rete alcuni commenti secondo i quali la scomparsa del pannello laterale di YouTube è da collegarsi direttamente alla presenza del tool di migrazione. Attualmente, Google non ha commentato la questione, però è possibile che venga rilasciato un fix nelle prossime settimane.

Fonte

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui