Home Guide Tech, trucchi e segreti della tecnologia Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

Se in spiaggia il tuo smartphone cade nella sabbia, questa guida ti spiega cosa fare per non doverlo buttare via

Ormai lo smartphone è diventato un compagno per tutte le persone, per vedere le notizie, per chattare nei social network eccetera. E lo portiamo ovunque, specie in estate quando si va al mare. Purtroppo, può succedere che l’amato smartphone cada in mezzo alla sabbia, se non peggio. E la sabbia è un elemento davvero pericoloso, perché entra attraverso i connettori del telefono creando danni, spesso, irreparabili. Vediamo alcune istruzioni per cercare di recuperarlo con il minor danno possibile, sia per il vetro che per la scocca.

Come recuperare il telefono dalla sabbia

La prima cosa da fare subito è quella di spegnere lo smartphone. In modo da evitare che la sabbia faccia più danni col telefono acceso che spento. Questo passaggio è fondamentale e prima viene fatto meglio è.

La seconda cosa è scollegare il dispositivo da qualunque fonte di alimentazione, ad esempio se è collegato ad una power bank, oppure a cuffie e auricolari.

La terza mossa consiste nell’utilizzare un panno morbido che non abbia pelucchi o fili. Se non hai qualcosa di simile, va benissimo anche il panno morbido che si trova nelle confezioni di occhiali. Di solito, in casa ce n’è almeno una a disposizione, magari in fondo a qualche cassetto.

Adesso prendi questo panno/salviettina e bagnalo leggermente, rendendolo umido. Però, fai attenzione a non bagnarlo troppo sotto il rubinetto, perchè l’umidità eccessiva creerebbe altri danni allo smartphone.

Fatto questo, bisogna passare il panno su tutta la superficie e sui connettori in basso. Questo dovrebbe bastare a salvare il tuo telefono.

Se è caduto in acqua o nel mare

Nel caso in cui sia caduto in acqua c’è un’altra cosa da fare. Può sembrare il rimedio della nonna, ma funziona davvero.

Ecco che bisogna seguire questo metodo: spegni lo smartphone. Prendi un sacchetto, riempilo di riso e mettilo dentro lo smartphone. Tienilo lì, con il sacchetto chiuso per almeno tre giorni, non accorciare questa tempistica. Infatti, il riso toglierà l’umidità dal telefono. Posso confermare che a me è servita questa procedura per salvarlo dall’acqua che era entrata.

Leggi il nostro articolo su come riciclare il tuo vecchio iPad.

Cosa non fare assolutamente

Leggi molto attentamente le indicazioni qui sotto, se fai di testa tua potresti rovinare per sempre lo smartphone.

• Che non ti venga in mente di provare ad utilizzare un qualunque detergente o detersivo.

• Evita anche l’aria compressa, se dovesse venirti in mente di spararla nei connettori per eliminare i granelli di sabbia. Ti farebbe buttare via il microfono e i connettori stessi perché spinge ancora più all’interno i granelli di sabbia e la polvere.

• Non utilizzare nulla di diverso dal panno umido con acqua. Questo perché gli smartphone hanno il display rivestito da un rivestimento idrorepellente che forma uno strato protettivo. Utilizzando qualche sostanza abrasiva contenuta in un prodotto per la pulizia, la pellicola potrebbe consumarsi più velocemente di quanto la normale usura del tempo lo preveda. O potrebbe graffiarsi.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui