Facebook: come disattivare l’account temporaneamente

Questa guida spiega tutti i passaggi per disattivare temporaneamente il vostro account Facebook

Vi siete stancati di stare su Facebook? Magari lo scandalo Cambridge Analytica che ha coinvolto la privacy di tutti noi vi ha particolarmente colpito. Volete partire da zero cancellando tutto quello che avete pubblicato? Avete due possibilità: o disattivate l’account, che resta quindi congelato fino al giorno in cui deciderete di riattivarlo. Oppure, lo eliminate definitivamente.

Scopriamo nel dettaglio la prima di queste due strade.

Come disattivare l’account

Questa opzione può andare bene se qualcosa non vi va, se magari volete fare un mese di astinenza o simili. Sappiate che, in questo caso, chi aveva la vostra amicizia vedrà la vostra immagine in grigio, come congelata e, cliccandoci sopra, non succederà nulla.

In sostanza, disattivando l’account verrà disabilitato e il tuo profilo sparirà dalla ricerca, anche se“alcune informazioni, come il nome nelle liste degli amici e i messaggi che avete inviato, potrebbero continuare a essere visibili ad altre persone.”

Quindi, se avete scelto questa opzione, ecco come fare:

  1. Loggatevi, aprite l’account e andate nelle impostazioni del vostro account premendo sulla freccetta in alto a destra e selezionando “Impostazioni”;
  2. Nella scheda “Generali” selezionate “Gestisci account”;
  3. Cercate la voce “Disattiva il tuo account” e cliccate sul link;
  4. Seguite i passaggi per disattivare il vostro account Facebook.

 

Quando vorrete ripristinare il profilo, potrete farlo in ogni momento, senza limiti di tempo, anche dopo 2 minuti dalla disattivazione, se avete cambiato idea. O anche dopo otto mesi o dopo un anno e mezzo. Infatti, per riattivarlo basta effettuare il login.

Ovviamente, se nel frattempo fate il login in altri servizi (blog, app eccetera) inserendo le credenziali di Facebook, automaticamente attiverete di nuovo anche il vostro account principale. Perciò, se volete disattivare l’account dovrete necessariamente accedere a questi servizi facendo il login con altri account (tipo Google o Twitter, per esempio). Ad ogni modo, c’è anche la pagina di supporto che vi spiega quando detto in questa guida.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui