Un’ applicazione ti dice se lo smartphone resiste all’acqua

Un’ applicazione ti dice se lo smartphone resiste all'acqua

In certi casi può tornare utile anche un’app come quella di cui ti parlo in questo articolo

Ormai puoi trovare applicazioni per qualunque cosa e poco importa che il sistema operativo sia Android o iOS, perchè nella maggior parte dei casi uno sviluppatore crea un’app per entrambi. Come il caso di questa applicazione che ti dice se il tuo smartphone resiste all’acqua.

Curiosamente, l’app di cui ti sto per parlare l’ho scovata sul Play Store Android e l’idea mi è venuta vedendo una ragazza che raccoglieva il suo smartphone caduto in una pozzanghera. Quindi, ho pensato di cercare se esistesse un’applicazione per Android che permette di verificare se uno smartphone resiste all’acqua, oppure no. Vediamo, allora, di che si tratta.

Un’ applicazione ti dice se lo smartphone resiste all'acqua

L’app che ti ricorda se il tuo smartphone Android resiste all’acqua

Questa app rientra tra quelle che, al primo sguardo, puoi considerare inutili, tranne per quei rari casi nei quali può capitare qualcosa che te la faccia usare. Appunto, come l’episodio della ragazza che raccoglie il proprio smartphone caduto dentro una pozzanghera abbastanza grande. In quel caso, se non ci si ricorda più se il proprio dispositivo sia impermeabile o meno, ecco che basta aprire questa app per scoprirlo.

Non si tratta di bacchetta magica, bensì l’applicazione, che si chiama Water Resistance Tester, funziona sfruttando il barometro dello smartphone, oltre a considerare la differenza di pressione fra una condizione normale e condizioni di pressione anomala sul display.

Considera che, proprio per il fatto di capire se sta avvenendo una pressione anomala sul display, l’app riesce anche a segnalare il caso in cui ci sia l’assenza di impermeabilità in smartphone con certificazione IP ma riparati in centri assistenza non autorizzati. 

L’ho provata su due smartphone differenti, un Samsung S21 e uno Xiaomi Redmi 11T Pro e l’esito è stato positivo per entrambi. Come vedi, non serve configurare nulla, ma scaricare l’applicazione dal link riportato sotto e sperare di non doverla mai utilizzare. Va da sé che un’applicazione simile sia superflua per un dispositivo Apple, giacché gli iPhone sono tutti impermeabili.

Per non perdere i nostri articoli puoi seguirci sul canale Telegram o su Google News. Non esitare a condividere le tue opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Articolo precedenteFare acquisti su Amazon usando i Bitcoin
Articolo successivoIFTTT: automatizza le tue operazioni ogni giorno
Mapu (chiaramente uno pseudonimo) ha fondato questo blog nel 2019 e continua a scriverci di tanto in tanto. Di poche parole, perchè ricorda che ‘’scripta manent verba volant’’, ha iniziato ad occuparsi di tecnologia nel 2015 collaborando prima con il blog MobileToday e poi con Scontista.com. Negli anni precedenti aveva pubblicato cinque libri, tra raccolte di racconti, saggi e romanzi. Finora ha scritto migliaia di articoli, centinaia di tutorial e dozzine di recensioni. I libri che ha pubblicato sono disponibili in versione digitale su Amazon, Google Play Libri e Apple Books, mentre in edizione cartacea sono tutti editi da Prospettiva Editrice.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui